I vantaggi fiscali della nuova impresa sociale

Video

Rete / Video 314 Views

Con il D.Lgs. 112/2017 (G.U. n.167 del 19/07/2017) è stata attuata la revisione della disciplina in materia di impresa sociale, dalla quale emerge chiaramente la volontà legislativa di promuovere l’impresa sociale e di favorirne il rilancio soprattutto agendo sugli aspetti fiscali.

Con l’articolo 18 del decreto legislativo vengono infatti dettate specifiche misure fiscali e di sostegno economico applicabili all’impresa sociale, ovvero ai nuovi enti del terzo settore (ETS) aventi natura commerciale.

Le misure fiscali previste dal D.Lgs. 112/2017 in favore delle imprese sociali sono le seguenti:

La detassazione degli utili

Un primo vantaggio importante consiste nella detassazione degli utili o avanzi di gestione qualora vengano destinati ad apposita riserva indivisibile in sospensione di imposta in sede di approvazione del bilancio dell’esercizio in cui sono stati conseguiti e risulti, entro il secondo periodo di imposta successivo a quello in cui sono stati conseguiti, che detti utili siano stati effettivamente destinati allo svolgimento dell’attività statutaria, ad incremento del patrimonio e al versamento del contributo per attività ispettiva.

Il Decreto prevede inoltre che non sono assoggettati alle imposte dirette gli utili destinati ad aumento gratuito del capitale sociale sottoscritto e versato dai soci, nei limiti consentiti dall’art. 3 comma 3 lett. a)  (effettuate in misura comunque non superiore all’interesse massimo dei buoni postali fruttiferi, aumentato di due punti e mezzo rispetto al capitale effettivamente versato) poiché si assume che siano effettuati per adeguare all’inflazione il valore delle azioni o quote di capitale sottoscritte dai soci.

Le detrazioni specifiche

Le specifiche agevolazioni concesse sotto forma di detrazioni fiscali per chi investe nelle imprese sociali (che abbiano assunto la qualifica di impresa sociale successivamente al 20 luglio 2017 e siano costituite da non più di 36 mesi da tale data), sono le seguenti:

  • DETRAZIONE IRPEF  PARI AL 30% (da suddividere in non più di tre periodi d’imposta) della somma investita nel capitale sociale delle imprese, comprese le cooperative. L’investimento massimo detraibile non può eccedere 1 milione di euro in ciascun periodo d’imposta e deve essere mantenuto per almeno tre anni pena la restituzione del beneficio maggiorato degli interessi;
  • DETRAZIONE IRES PARI AL 30% della somma investita nel capitale sociale delle imprese, comprese le cooperative; l’investimento massimo detraibile non può eccedere 1,8 milioni di euro in ciascun periodo d’imposta e deve essere mantenuto per almeno tre anni pena la restituzione del beneficio maggiorato degli interessi;
  • applicazione delle due precedenti detrazioni anche nel caso di atti di dotazione e di contributi di qualsiasi natura posti in essere in favore di fondazioni.

L’impresa sociale e l’IVA

Il D.lgs. n. 112/2017 non introduce specifiche disposizioni in materia di IVA. Alle imprese sociali quindi l’eventuale esenzione da IVA sulle attività svolte risulterà applicabile non sulla base anche di uno status soggettivo (come precedentemente avveniva per le ONLUS), ma in funzione delle specifiche previsioni casistiche indicate con riferimento alle singole ipotesi di esenzione. Le cooperative sociali, imprese sociali di diritto, continueranno a godere (in ciò differenziandosi dalle altre imprese sociali) dell’applicabilità dell’aliquota IVA del 5% prevista dalla Tabella A, Parte II bis allegata al DPR n. 633/1972 per le prestazioni lì elencate.

Altre agevolazioni

Altre agevolazioni previste dal decreto per le imprese sociali sono rappresentate da uno specifico esonero dall’applicazione delle discipline relative a società di comodo, società in perdita sistemica, studi di settore, parametri, nuovi indicatori sintetici di affidabilità (ISA). E’ inoltre prevista la possibilità di accedere alla raccolta di capitali di rischio tramite portali telematici regolati dal D.Lgs. 58/1998.

A cura di Alberto Bambagini
C.I.S.A.

Comments